Primo anno produzione: 1934
Proprietà: Ilya Eliseev
Enologo: Paolo Salvi
Agronomo: Paolo Barzagli
Conduzione: Difesa Integrata, Ecosostenibile
Bottiglie prodotte: 70.000
Ettari: 26,00
Indirizzo: dalla SP 102 uscire a Vagliagli e proseguire in direzione Castelnuovo Berardenga.
 
 
Ha lunga storia questa meravigliosa proprietà di Castelnuovo Berardenga. Il senatore liberale Giovanni Malagodi, tra i padri fondatori della Repubblica, appassionatissimo di vino, come Cavour, Einaudi e Sonnino operò nel 1934 l’acquisizione di questa meravigliosa tenuta della campagna senese. Da roccaforte nelle guerre tra Siena e Firenze, il castello dell’Aiola aveva già subito nel corso dei secoli una totale trasformazione, fino a divenire elegante villa padronale circondata da vigne. Passata in eredità a sua figlia Maria Grazia prima e sua nipote Federica poi, è stata acquisita nel 2012 dalla famiglia russa Eliseev che l’ha completamente ammodernata per trasformarla in una fattoria all’avanguardia. Gamma ridotta quella presentata quest’anno, dove manca il celebre blend rosso Senatore intento a completare le fasi di maturazione, ne torneremo a parlare nella prossima edizione della Guida.
Primo anno produzione: 1934
Proprietà: Ilya Eliseev
Enologo: Paolo Salvi
Agronomo: Paolo Barzagli
Conduzione: Difesa Integrata, Ecosostenibile
Bottiglie prodotte: 70.000
Ettari: 26,00
Indirizzo: dalla SP 102 uscire a Vagliagli e proseguire in direzione Castelnuovo Berardenga.
 
 
Ha lunga storia questa meravigliosa proprietà di Castelnuovo Berardenga. Il senatore liberale Giovanni Malagodi, tra i padri fondatori della Repubblica, appassionatissimo di vino, come Cavour, Einaudi e Sonnino operò nel 1934 l’acquisizione di questa meravigliosa tenuta della campagna senese. Da roccaforte nelle guerre tra Siena e Firenze, il castello dell’Aiola aveva già subito nel corso dei secoli una totale trasformazione, fino a divenire elegante villa padronale circondata da vigne. Passata in eredità a sua figlia Maria Grazia prima e sua nipote Federica poi, è stata acquisita nel 2012 dalla famiglia russa Eliseev che l’ha completamente ammodernata per trasformarla in una fattoria all’avanguardia. Gamma ridotta quella presentata quest’anno, dove manca il celebre blend rosso Senatore intento a completare le fasi di maturazione, ne torneremo a parlare nella prossima edizione della Guida.