Ciacci Piccolomini d’Aragona

Primo anno produzione: 1985
Proprietà: Paolo e Lucia Bianchini
Enologo: Paolo Vagaggini
Agronomo: Paolo Bianchini
Conduzione: Ecosostenibile, Difesa Integrata
Bottiglie prodotte: 300.000
Ettari: 55,00
Indirizzo: da Montalcino verso Castelnuovo dell'Abate, proseguire per Sant'Angelo in Colle. L'azienda si trova a un chilometro.
 
 
La fondazione dell’azienda risale al 1985, anno in cui, con l’estinzione del casato Ciacci Piccolomini d’Aragona, la tenuta, di antichissime origini, venne lasciata in eredità al fattore Giuseppe Bianchini. Dal 2004 al timone dell’azienda ci sono Paolo e Lucia Bianchini, coadiuvati da Alex ed Ester, figli di Paolo, che ha sposato con grande passione e amore la filosofia e il lavoro di produttore e vignaiolo trasmessi dal padre Giuseppe. A Paolo, grande appassionato di ciclismo, si deve inoltre la fondazione dell’associazione sportiva dilettantistica aziendale “ASD Brunello Bike”, che coniuga il ciclismo con la beneficienza. La Ciacci Piccolomini d’Aragona, che sorge nella zona sud-est di Montalcino, in prossimità del borgo medievale di Castelnuovo dell’Abate e della famosa abbazia di Sant’Antimo, si estende su 220 ettari, 55 dei quali coltivati a vigneto e 40 a oliveto, su un terreno ricco di galestro, circondata da dolci colline e boschi, in un panorama unico, delimitato sullo sfondo dal profilo del Monte Amiata. Per le etichette di maggior prestigio, come il superbo Brunello Vigna di Pianrosso 2013, si utilizza un clone di Sangiovese Grosso selezionato dalle vecchie vigne, particolarmente rappresentativo e capace di esprimere carattere e qualità anche nelle annate difficili.

Non hai nessuna collezione!