Caparzo - Borgo Scopeto

Primo anno produzione: 1970
Proprietà: Elisabetta Gnudi
Enologo: Massimo Bracalente
Conduzione: Convenzionale
Bottiglie prodotte: 900.000
Ettari: 220,00
Indirizzo: dalla A1, uscita Firenze Certosa verso Buonconvento e Montalcino.
 
 
Purtroppo il difficile andamento stagionale dell’annata 2014 non ha permesso alle proprietà di Elisabetta Gnudi di produrre diversi campioni, tra cui il celebre Brunello Vigna La Casa che prende luce da uno dei più bei vigneti della mitica collina Montosoli. Resta invece invariata la produzione dell’ottimo Brunello annata, che in barba al difficoltoso millesimo è stato prodotto con il numero considerevole di 150.000 unità, lo stesso quantitativo dell’annata precedente. Della chiantigiana Borgo Scopeto degustiamo solo il Chianti Classico 2016, vino ben rappresentativo dell’areale di Castelnuovo Berardenga, mentre della terza proprietà, la maremmana Doga delle Clavule è il Morellino 2017 a portare alto il nome d’azienda. Appuntamento rimandato dunque alla prossima Guida per i campioni più rappresentativi di casa, grandi vini che abbiamo nel cuore.

Non hai nessuna collezione!