Mazzei Castello di Fonterutoli

Primo anno produzione: 1435
Proprietà: marchesi Mazzei
Enologo: Gionata Pulignani
Agronomo: Gionata Pulignani
Conduzione: Ecosostenibile, Difesa Integrata
Ettari: 117,00
Indirizzo: dalla A1 uscita di Firenze Certosa, SP per Siena, uscire a San Donato per Castellina.
 
 
Luogo di culto per gli appassionati, il Castello di Fonterutoli è dove avvenne secondo leggenda l’incontro tra i podestà dei comuni rivali Siena e Firenze, per delimitare i territori di appartenenza e che costituì la Lega Militare e Amministrativa del Chianti, assumendo come emblema il Gallo Nero. Da qui Lapo Mazzei, presidente del Consorzio per due decadi, ha lavorato alacremente perché si conquistasse una delle prime Docg dello Stivale. Nella cantina di Castellina fare vino eccelso è una missione che i marchesi Mazzei onorano dal 1435, con estremo rispetto per l’ambiente (agricoltura ecosostenibile e difesa integrata), e con occhi rivolti al futuro, (vedi le sperimentazioni su innumerevoli biotipi di Sangiovese). Slitta di un ulteriore anno la presentazione del celebre Siepi, ancora intento a completare la maturazione durante i nostri assaggi e ritroviamo una versione di Concerto più intrigante che mai, rosso mitico tra i primi ad uscire dal disciplinare negli anni Ottanta.